Storia

La dinastia Yi


Argomenti compresi in questa pagina:
Altre pagine di informazioni che hanno attinenza con l'argomento “La dinastia Yi” si possono raggiungere selezionando uno dei titoli seguenti.

Il re Sejong, il grande
La figura del re Sejong il grande, creatore dell'alfabeto coreano e scienziato, e la sua grandiosa opera culturale.

L'ammiraglio Yi Sun-sin
Il più famoso degli ammiragli coreani del passato e la sua invenzione delle navi corazzate, dette “navi tartaruga”.

Il diario di Hendrik Hamel
Il resoconto di un marinaio olandese rimasto prigioniero in Corea per 13 anni, dal 1653 al 1666.

Resoconti di vita nel regno di Chosŏn
La Corea vista da Gifford, uno dei primi missionari americani alla fine del 19º secolo.

Ultimi anni del regno di Chosŏn
Le vicende degli ultimi anni della monarchia in Corea.

La signora Foote e la regina Min
Il ruolo della moglie dell'ambasciatore americano Foote in Corea verso la fine del 19º secolo.

Il re Chŏngjo e il suo regno culturale
Le molte opere letterarie e artistiche e gli studi del re Chŏngjo, che regnò dal 1776 al 1800.

Ricostruzione della cerimonia di insediamento del re Sejong
La cerimonia dell'ascesa al trono del re Sejong ricostruita a beneficio dei turisti.

Fotografie del periodo Chosŏn di oltre un secolo fa
Le fotografie prese da un diplomatico francese in Corea più di cent'anni fa.

Le registrazioni storiche del periodo Chosŏn
La serie di registrazioni storiche della dinastia Yi, riconosciute dall'UNESCO per la loro importanza.

Lo sviluppo delle ventiquattro arti marziali tradizionali
La storia della nascita e dello sviluppo delle 24 arti marziali tradizionali del periodo Chosŏn.

Ricostruzione del primo invio di ambasciatori in Giappone
Per il quarto centenario dell'invio dei primi ambasciatori in Giappone, si è ricostruita la cerimonia di nomina e la parata.

La conservazione degli annali storici di Joseon
La perfetta conservazione per vari secoli degli annali storici della dinastia Joseon è stata il frutto di una serie di accorgimenti e di tanta dedizione.

I protocolli reali di Joseon
Veri capolavori per l’accuratezza della fattura, i libri che descrivono i protocolli della corte reale di Joseon sono ora in Francia.

I protocolli reali sono tornati in Corea
Finalmente, dopo decenni di trattative, i preziosissimi archivi reali trafugati dai francesi nel 1866 sono stati concessi «in prestito» dalla Francia alla Corea.

Il Giappone restituirà 1205 libri di Joseon
Il Giappone e la Corea del Sud hanno firmato un accordo per la restituzione di 1205 preziosi testi storici coreani trafugati durante il periodo coloniale.

La Corea dà il bentornato ai libri storici restituiti dal Giappone
Il 6 dicembre 2011 il Giappone ha restituito alla Corea tutti i testi storici che aveva trafugato cento anni prima.

Kim Man-deok, grande imprenditrice e filantropa
Nel diciottesimo secolo la popolazione dell’isola di Jeju, colpita da una grave carestia, fu salvata dalla generosità della signora Kim.

A Seul rappresentata la vita nei palazzi reali
Nell’antico palazzo reale Changgyeonggung sono state effettuate rappresentazioni per illustrare la vita quotidiana di re, regine, vassalli e cortigiani.

Commemorato il re Sejong il Grande nel giorno della nascita
Nel giorno del compleanno dell'antico re Sejong, presso la tomba è stata effettuata una commemorazione di quel grande monarca.


Fondazione della dinastia  

Alla fine del periodo Koryŏ le vicende della Corea si trovarono fortemente collegate a quelle della Cina.

La montagna di diamante, dipinto a inchiostro e colore su carta, di Chong Son (1676-1759).

Nel XIV secolo i mongoli furono cacciati dalla Cina quando prese il potere la nuova dinastia dei Ming e in Corea il generale Yi Sŏng-gye, favorevole ai Ming si rivoltò contro la corte filo-mongola fondando nel 1392 una propria dinastia, il cui regno prese il nome di Chosŏn. La capitale fu trasferita ad Hanyang (oggi Seul) e il confucianesimo sostituì il buddismo.

Le insegne dei funzionari di Chosŏn si possono vedere cliccando su questa scritta.

Il re Sejong il grande  

Il più grande re di questa dinastia fu Sejong, che regnò dal 1418 al 1450. Fu l'inventore dell'alfabeto coreano, uno dei sistemi di scrittura più precisi che siano mai stati inventati, e diede anche forte impulso alle scienze, alla filosofia, alla musica e alla tecnologia.

Questo però non fu un periodo pacifico, prima a causa delle invasioni giapponesi (1592-98), strenuamente contrastate dall'ammiraglio Yi Sun-sin, e poi per quelle manciù (1627 e 1636).

Isolamento del paese  

Di conseguenza la Corea si chiuse in un rigoroso isolamento (tanto da venir definita “regno eremita”) fino al 1876, quando riluttante acconsentì ad aprire i propri porti al Giappone. Un trattato di amicizia fu concluso con gli Stati Uniti nel 1882 e nei due anni successivi con la Gran Bretagna, la Germania, l'Austria, la Russia, l'Italia e la Francia.

Durante il periodo di isolamento, pochissime notizie su quella che era la vita nella penisola riuscirono a filtrare fuori dalla Corea. Una delle relazioni più interessanti e autentiche, anche se di estensione limitata (appena 60 pagine), fu scritta da un certo Hendrik Hamel, un marinaio olandese la cui nave naufragò nel 1653 vicino all'isola di Chejudo e che fu tenuto prigioniero per 13 anni prima di riuscire a fuggire in Giappone.


Torna all'inizio della pagina
© Valerio Anselmo