Il commercio estero coreano ha registrato un surplus a novembre 2011
dalla newsletter di gennaio 2012


I

l commercio estero ha avuto un surplus di 3,5 miliardi di dollari, registrando però 380 milioni di dollari di deficit nei confronti dell’UE. Il surplus commerciale è in continuo aumento dagli ultimi 22 mesi.

Sembra che la priorità della politica economica del Governo coreano sia orientata alla crescita e alla creazione di posti di lavoro.

Il governo ha abbassato le stime di crescita per l’anno 2012 al 3,7%. Il fatto che il governo abbia rivisto il tasso abbassandolo ad un livello inferiore a quelli dei principali centri di ricerca privati è molto significativo. Infatti il 3,7% è un tasso uguale a quello previsto dalla Banca di Corea ed inferiore di uno 0,1% rispetto a quello del KDI (Korea Development Institute).

Secondo gli esperti le previsioni del Governo erano finora ottimistiche e sempre più alte rispetto a quelle degli istituti privati. Il motivo era determinato dal fatto che le previsioni del Governo tendono anche ad avere una funzione di obiettivo da realizzare. Perciò l’abbassamento attuale riflette anche il cambiamento dell’atteggiamento del Governo e delle sue politiche.


Tratto dalla Newsletter del mese di gennaio 2012 dell’ICE - Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane., sede di Seul

Torna all'inizio della pagina
© Valerio Anselmo