Muore il funzionario nordcoreano incaricato di negoziare con la Corea del Sud



A sinistra Hong Yong-pyo, ministro dell'Unificazione della Corea del Sud, stringe la mano a Kim Yang-gon, a destra, il 25 agosto 2015 durante i colloqui tra i due paesi

U

n alto funzionario nordcoreano che è stato descritto come il "principale negoziatore" del paese con la Corea del Sud e uno stretto collaboratore del leader Kim Jong-un è morto questa settimana in un incidente d'auto.

L'agenzia di stampa nordcoreana KCNA ha detto mercoledì 20 aprile 2016 che il settantatreenne Kim Yang-gon, "più caro e più affidabile compagno d'armi" di Kim Jong-un, è morto la mattina precedente in un incidente stradale.

La comunicazione non ha fornito ulteriori dettagli sulle cause della morte, ma ha detto che il leader nordcoreano guiderà un funerale di stato di 80 membri per Kim giovedì 21.

Kim era segretario del Partito dei lavoratori al potere e capo del Dipartimento del fronte unito, che gestisce i rapporti della Corea del Nord con la Corea del Sud. Come ha fatto notare l'agenzia di stampa Bloomberg, Kim era un politicante veterano che giocava un ruolo centrale come negoziatore tra i due paesi.

Lo scorso agosto, Kim era stato coinvolto nella realizzazione di un accordo che è servito a disinnescare le gravi tensioni militari tra le due nazioni dopo uno scambio di fuoco di artiglieria e un'esplosione sul confine che aveva ferito due soldati sudcoreani.

Aveva anche svolto un "ruolo guida" nell'orchestrazione del vertice 2007 tra il fu leader nordcoreano Kim Jong Il e l'allora presidente della Corea del Sud Roh Moo-hyun.

Con la morte di Kim, sono state espresse preoccupazioni che le relazioni tra le due Coree possano deteriorarsi.

"Il Sud ha perso un interlocutore affidabile e di contatto con Pyongyang", ha detto a Bloomberg Michael Madden, curatore del blog North Korea Leadership Watch. "Kim Jong-un ha perso un consigliere anziano capace e di fiducia su cui poteva contare."

Gli esperti hanno detto che sarà difficile trovare qualcuno che prenda il posto di Kim Yang-gon.

"Alla luce della natura del Nord, non vedo nessuno che possa sostituire [Kim] nel suo ruolo, col coraggio di offrire idee politiche e consigli al leader in questi campi," ha detto Yang Moo-jin, professore presso l'Università di studio della Corea del Nord di Seul. "Questo causerà un impatto negativo sulle relazioni inter-coreane", ha aggiunto Yang.

L'agenzia France-Presse ha riferito che ci sono state speculazioni che la morte di Kim possa essere stata il risultato di una "politica di gioco sporco". L'AFP ha osservato che "alcuni dei leader di partito più promettenti del Nord sono morti in incidenti stradali". Kim Yong-sun, il predecessore di Kim Yang-gon, è morto anch'egli in un incidente stradale nel 2003.

Tuttavia, gli esperti della Corea del Nord hanno detto che l'alto tasso di incidenti stradali mortali che coinvolgono funzionari potrebbe anche essere dovuto alla scarsa qualità delle strade del paese o alla tendenza dei funzionari di guidare intossicati dopo aver frequentato party esclusivi. Bloomberg ha anche riferito che i funzionari del paese "tendono a non rispettare le regole del traffico".


Tratto da varie fonti in data 21 aprile 2016.

Torna all'inizio della pagina
© Valerio Anselmo