Nord Corea: morto il leader Kim Jong-il



Il leader nordcoreano Kim Jong-il con il figlio terzogenito Kim Jong-un, erede designato

O

ggi, 19 dicembre 2011, i mezzi di comunicazione della Corea del Nord hanno riferito che il leader nordcoreano Kim Jong-il è morto sabato scorso (17 dicembre) alle otto e trenta del mattino mentre si trovava a bordo di un treno. L’Agenzia centrale di informazioni nordcoreana ha comunicato che si è trattato di un infarto e che domenica 18/12 è stata eseguita un’autopsia per confermare le cause della morte.

Il comitato per il funerale composto da 232 membri ha emesso una comunicazione in cui si informa che la cerimonia funebre avrà luogo mercoledì 28 dicembre 2011. Il Nord Corea ha annunciato che si terrà un periodo di lutto ufficiale fino al 29 dicembre e che non si accetteranno dignitari stranieri.

Si pensa che Kim avesse già subito un ictus nel mese di agosto del 2008, anche se nelle fotografie e nei filmati recenti dei suoi viaggi in Cina e in Russia sembrava godere di buona salute. Kim Jong-il ha governato il Nord Corea per 13 anni, dal 1998, come Presidente della commissione nazionale della difesa. Era stato nominato successore ufficiale da Kim Il-sung, suo padre e fondatore della Corea del Nord, morto nel 1994.

A Seoul, il presidente Lee Myung-bak ha convocato una riunione di emergenza del Consiglio per la sicurezza nazionale, mentre l’intero esercito è stato messo in allarme e la situazione viene costantemente monitorata.


Tratto da vari quotidiani coreani in data 19 dicembre 2011

Torna all'inizio della pagina
© Valerio Anselmo