Accordo fra le due Coree
per normalizzare il complesso industriale di Kaesong



Scambio degli accordi firmati fra il rappresentante sudcoreano Kim Ki-woong (a sinistra) e quello nordcoreano Pak Chol-su (a destra) a Kaesong il 14 agosto 2013
S

ia il Sud che il Nord Corea il 14 agosto 2013 si sono accordati per normalizzare il Complesso industriale di Kaesong (Gaeseong) dopo sette incontri di negoziati a livello operativo sulla ripresa delle operazioni congiunte.

L’accordo comprende cinque clausole con le quali le due parti garantiscono un funzionamento normale del complesso industriale congiunto in qualunque circostanza, evitando future sospensioni del complesso con il ritiro del propri lavoratori o con un blocco del traffico.

Le due Coree hanno accettato di garantire il normale funzionamento del complesso di fabbriche, di proteggere la sicurezza dei propri lavoratori e l’investimento di capitali, di attirare imprese estere che vengano a investire nel complesso, di fare sforzi per normalizzare il funzionamento riparando le proprie strutture, e di formare un comitato congiunto per amministrare il complesso. Hanno inoltre concordato di ospitare presentazioni dell’investimento congiunto all’estero per ottenere un riconoscimento internazionale del complesso.

L’ultimo accordo ha spianato il terreno fra le due Coree in modo che si evitino future sospensioni del sito industriale e ha offerto la possibilità di trasformare il sito in un complesso industriale internazionale. Il governo sudcoreano ha detto che farà ogni sforzo per rendere il complesso industriale di Kaesong un’impresa più competitiva a livello globale, un’impresa che segue il senso comune e che si attiene alla regole internazionali.


Tratto da “Koreas agree to normalize Kaesong Industrial Complex” pubblicato da Korea in data 16 agosto 2013. Testo di Wi Tack-whan e Yoon Sojung. Riferimento: Korea.net

Torna all'inizio della pagina
© Valerio Anselmo