Il padiglione della Corea all'Expo di Milano



Danzatrici all'EXPO nella Giornata della Corea

I

l padiglione della Corea all'Expo, che si svolgerà fino al 31 ottobre, continua a godere di crescente popolarità nella fiera mondiale in corso a Milano. I visitatori dicono che è "sensazionale, gustoso e rigenerante."

inExpo, un blog italiano sul cibo asiatico, ha detto il 3 luglio che il ristorante Hansik presso il padiglione è, "in cima alla nostra lista personale dei ristoranti in fiera."

I blogger hanno assaggiato al padiglione una gamma di prodotti della cucina coreana e hanno pubblicato recensioni dettagliate. Hanno particolarmente apprezzato lo stufato kimchi, noto anche come kimchi jjigae, dicendo che è una "vera leccornia", aggiungendo che hanno anche apprezzato il croccante pollo fritto, dakgangjung, dicendo che è "divertente da mangiare e molto nutriente". Il dolce che hanno assaggiato presso il padiglione è stato "probabilmente uno dei migliori in tutta la fiera".

Oltre alla cucina, il 29 giugno la rivista italiana di moda Why Not ha scelto il padiglione della Corea come una delle prime 10 cose da vedere all'Expo Milano 2015. La rivista ha detto che il padiglione della Corea è stato: "un'arena di dialogo e di discussione su come siamo in grado di fornire cibo per l'umanità del futuro."

Il blog di viaggio italiano Blogo ha scritto il 28 giugno che il padiglione della Corea, "porta all'Expo Milano 2015 cibo tradizionale e innovazione". Il blog ha detto che Hansik è "un classico potere coreano, che porta con sé il principio latino di 'una mente sana in un corpo sano'." Ha spiegato la mentalità del popolo coreano, relativa a madre natura, dicendo che,"per i coreani, la natura non è, infatti, un oggetto che deve essere conquistato dagli esseri umani, ma qualcosa che deve essere compreso e trattato con rispetto". Inoltre ha aggiunto che il padiglione della Corea è uno dei favoriti tra i bambini, insieme a quelli del Giappone e del Brasile.

Mentre la popolarità del padiglione della Corea è andata crescendo, le celebrità hanno continuato a visitarlo. Il noto comico e attore italiano Antonio Albanese ha visitato il padiglione il 3 luglio e ha parlato delle sue impressioni sul padiglione della Corea, dicendo che è "un padiglione bello e molto utile".

La super modella argentina Valeria Mazza ha detto che il padiglione della Corea trasmette "un messaggio molto importante, che le persone non considerano seriamente, in maniera molto impressionante".

Fra i visitatori del padiglione vi è stato anche Jean-Claude Marcourt, ministro belga dell'economia, industria, innovazione e digitalizzazione nel governo vallone, e Claudio Luti, presidente del marchio italiano di mobili di lusso Kartell. Luti ha detto di aver sentito che il padiglione della Corea è stato uno dei più popolari luoghi in fiera.

Nel frattempo, la Corea ha organizzato "la settimana della Corea" con una serie di eventi e spettacoli, a partire dal giorno della Corea, il 23 giugno, e ha brillato sui media.

Durante la serie di eventi durati una settimana, i media locali hanno mostrato grande interesse nel presentare le manifestazioni. Il quotidiano Corriere della Sera, ha scritto che la Corea è il primo paese che ha celebrato la Giornata della Corea sia all'interno che all'esterno della sede espositiva, per le vie di Milano per più di tre giorni.


Tratto dall'articolo "The more you see, the more you like: Milan's Korea Pavilion" pubblicato da Korea.net l'8 luglio 2015.

Torna all'inizio della pagina
© Valerio Anselmo