Segni di distensione tra il Nord e il Sud

Anche se a piccoli passi, sembra che il Nord Corea e il Sud Corea stiano facendo progressi nei loro rapporti. Si stanno infatti registrando in questi giorni alcuni avvenimenti che fanno ben sperare in una non lontana riconciliazione fra le due Coree. Un treno merci ha ora iniziato a collegare regolarmente il Nord e il Sud lungo un percorso di poco più di 16 chilometri per l'invio di materie prime e il ritiro di merci prodotte presso il piccolo complesso industriale di Gaeseong (in Nord Corea) dove ditte sudcoreane hanno costruito delle fabbriche in cui viene impiegata manodopera nordcoreana. Contemporaneamente si sta trattando per raggiungere un accordo sulle zone congiunte di pesca da sfruttare nel Mar Giallo. Sono piccoli passi che contribuiscono a far diminuire la tensione fra i due paesi e che potrebbero poi condurre a una vera distensione.


M

artedì 11 dicembre 2007 di prima mattina il locomotore numero 7303 delle ferrovie sudcoreane (KORAIL) ha trainato una serie di vagoni fuori dalla stazione sudcoreana di Dorasan diretto verso le stazioni di Panmun e Bongdong attraverso il confine, vicino al complesso industriale di Gaeseong in Nord Corea. Dopo le prove di comunicazioni ferroviarie effettuate in maggio, è così iniziato il primo servizio regolare di treni merci che sia finora mai entrato in funzione fra le due Coree a partire dalla Guerra di Corea del 1950-53.

Il treno è partito dalla stazione sudcoreana di Munsan alle 7 del mattino e si è fermato per 80 minuti a Dorasan per le pratiche di sdoganamento, immigrazione e controllo quarantena prima di attraversare alle 8:30 la Linea di demarcazione militare a lungo proibita. La stazione di Bongdong è stata raggiunta dieci minuti più tardi, alle 8:40.

L’istituzione di questo servizio ferroviario era prevista dall’accordo concluso in occasione dell’incontro al vertice Nord-Sud avvenuto nell’ottobre 2007.

Una cerimonia per commemorare questo fatto storico è stata tenuta nella stazione nordcoreana di Panmun, vicino a Bongdong. Il treno è poi tornato con merci prodotte nel complesso industriale intercoreano di Gaeseong.

Shin Jang-chul, il primo macchinista sudcoreano a portare il treno
in Nord Corea, dice di sentirsi onorato di visitare il luogo natìo di
entrambi i suoi genitori.

Il treno merci effettuerà questo viaggio di andata e ritorno tutti i giorni dal lunedì al venerdì. Arriverà in Nord Corea con materie prime per il complesso di Gaeseong alle 9 del mattino e poi ripartirà dalla stazione di Panmun verso le 14 con merci (scarpe, vestiti e orologi) fabbricate nello stesso complesso.

Il percorso totale da Munsan a Panmun è di 16,5 km. Nel complesso industriale di Gaesong le infrastrutture dello scalo merci devono essere ancora costruite. Secondo gli accordi presi, il treno è costituito da una locomotiva, una vettura per gli operatori del treno e 10 carri merci, ma potranno essere aggiunti altri carri merci a seconda delle necessità, e viaggerà a velocità comprese fra i 20 e i 60 km all’ora.

Le due Coree hanno anche deciso di usare treni sudcoreani e nordcoreani ad anni alterni. Il Sud Corea effettuerà il servizio negli anni dispari, mentre il Nord Corea userà i propri treni negli anni pari. Per assicurare un servizio senza problemi, le ferrovie nordcoreane apriranno un ufficio nella stazione di Dorasan, in Sud Corea, mentre le ferrovie sudcoreane (KORAIL) apriranno un ufficio nella stazione di Panmun, in Nord Corea.

Fino al completamento del terminale merci presso la stazione di Bongdong, la stazione di Panmun servirà come terminale per i treni diretti in Nord Corea per i prossimi 2-3 anni. Offrirà anche il servizio di scalo merci e di sdoganamento.

Collegamenti TKR-TSR e TKR-TCR


Il treno merci intercoreano sta attraversando la zona di demarcazione militare (DMZ) fra le due Coree martedì 11 dicembre 2007

Se il servizio effettuato su questa linea, chiamata Gyeongui (Seoul-Sineuiju), avrà successo, sarà probabilmente esteso ai sistemi di trasporti che vanno verso la Cina, la Russia e l’Europa, portando grandi vantaggi alle economie delle due Coree. Sarebbe per la Corea un’opportunità di diventare un centro logistico dell’Asia nordorientale.

Il governo sudcoreano stima che, quando la ferrovia transcoreana (Trans-Korean Railway o TKR) si sarà collegata con la ferrovia transiberiana (Trans-Siberian Railway o TSR) e la ferrovia transcinese (Trans-China Railway o TCR), la Corea del Sud risparmierà circa 100 milioni di dollari all’anno e la Corea del Nord guadagnerà circa 150 milioni di dollari dalle sole spese di trasporto.

Le due Coree riprendono i colloqui sull’area congiunta di pesca e su altri progetti

Mercoledì 12 dicembre 2007 la Corea del Sud e la Corea del Nord hanno iniziato colloqui militari ad alto livello sul problema delicato dei confini occidentali sul mare e su altri progetti di riconciliazione.

Il generale dell’esercito sudcoreano Lee Hong-kee (a destra) e il
generale dell’esercito nordcoreano Kim Yong-chul (a sinistra) si
stringono la mano nella Casa della Pace nella sezione meridionale
del villaggio di Panmunjeom il 12 dicembre 2007, prima
dell’apertura dei colloqui.

L’incontro a livello di generali è inteso a discutere quale debba essere un’area congiunta di pesca nel Mar Giallo e altri lavori di riavvicinamento concordati nell’incontro al vertice dell’ottobre 2007 da parte dei leader dei due paesi.

Nel corso dei colloqui le due parti cercheranno di raggiungere un accordo sulla posizione dell’area congiunta di pesca creata per prevenire un conflitto armato lungo la Linea di limite settentrionale (Northern Limit Line o NLL), che è servita da confine marittimo de-facto fra le due Coree a partire dalla Guerra di Corea del 1950-53.

La Corea del Nord non riconosce la linea tracciata unilateralmente dalle forze delle Nazioni Unite guidate dagli Stati Uniti e chiede di avere un’area di pesca a Sud della linea NLL. La Corea del Sud vuole che Seul e Pyongyang abbiano un’area equivalente.


Tratto da varie fonti su Internet, in particolare dagli articoli “First cross-border freight train service in over 50 years starts now” dell’11 dicembre 2007 e “Koreas resume talks on joint fishing area, other projects” del 12 dicembre 2007 pubblicati da Korea.net.

Torna all'inizio della pagina
© Valerio Anselmo